Alla scoperta di Arbisöa: riparte alla grande il format Intorno

Una piacevole passeggiata tra arte, storia e aneddoti paesani quella organizzata domenica 27 gennaio ad Albisola Capo nell’ambito del primo appuntamento di Intorno. Una visita guidata che ha dato spazio sia alla straordinaria collezione artistica di Albisola, vero e proprio museo a cielo aperto, sia alle esperienze e ai ricordi dei Senior e dei tanti che hanno partecipato.

Il Museo Trucco e la Mongolfiera degli Ideali

Il tour è cominciato dal Museo Civico Manlio Trucco: guida d’eccezione la direttrice Cinzia Pantano, che ha accompagnato i partecipanti alla scoperta del particolare percorso espositivo del museo, che spazia dalle ceramiche al design. Girando per le sale, è stato possibile ammirare anche le opere della mostra diffusa di Storie in Ceramica.

Prima sosta del nostro piacevole itinerario il Museo Manlio Trucco con grandi opere che mi incuriosiscono assai e…nonostante la dimensione ridotta del museo il contenuto spazia e si espande anche con le opere de ‘il museo nel museo’

Al termine della visita, la direttrice Cinzia Pantano regala ai partecipanti un passaggio nel giardino esterno del museo, dove si erige il meraviglioso pannello in ceramica di Agenore Fabbri, dal titolo Battaglia.

Prima di raggiungere il lungomare, deviazione d’obbligo è quella verso la Mongolfiera degli Ideali. Questa speciale opera urbana, realizzata dai ragazzi delle scuole medie di Albisola e di Savona sotto la supervisione artistica del maestro ceramista Sandro Soravia, è il simbolo dell’uguaglianza tra gli uomini.

Ci incamminiamo verso la Mongolfiera degli ideali che vuole affermare il concetto dell’uguaglianza di tutti gli uomini e l’importanza del lavoro e della solidarietà. Com’è importante da sottolineare e da ricordare di questi tempi!

Il Lungomare e l’arte urbana

La Passeggiata in Arte Eugenio Montale è la seconda tappa della visita guidata. La prima opera che incontriamo è la celeberrima Onda, realizzata da Aurelio Caminati, Carlos Carlè e Emanuele Luzzati in collaborazione con le Ceramiche Il Tondo di Celle Ligure. Nell’ammirare questa monumentale panchina artistica, Corrado, uno dei nostri Senior, racconta anche della bomba inesplosa trovata proprio sulla passeggiata: una curiosità che non molti sanno, e che ha attirato l’attenzione dei presenti.

Procedendo verso il cuore di Albisola Capo si incontrano diverse opere d’arte: dal Saludo al Mar di Alfredo Sosabravo, pannello ceramico di 8,50 metri, alle Scarpe Vincolanti di Franco Raggi, fino a Le Socle d’Albisola di Corrado Levi, un parallelepipedo in ceramica capovolto, perché “è la terra a reggersi su esso e non viceversa”, omaggio esplicito all’opera di Piero Manzoni, Le Socle du Monde

È il momento di scendere verso il carruggio e arrivare fuori dallo studio del futurista Mario Anselmo. Qui un fuori programma si trasforma in una bellissima sorpresa:

Si procede nella piazza verso il pannello di Mario Anselmo del movimento futurista e, meraviglia, la figlia ci permette il passeggio nel suo studio! Usciti dallo studio, a modo suo troviamo un’altra opera d’arte, il gelato Ara Macao dell’ex Ristorante Pescetto e la sua storia.”

Le botteghe di Albisola

È il momento di visitare le botteghe artigiane di Albisola Capo: prima La Casa dell’Arte di Danilo Trogu, poi quella delle Ceramiche Gaggero, che in questo periodo ospita le piastrelle dello speciale albero di Natale ceramico Elatan, presto vendute all’asta per beneficienza.  

Proseguendo in via Colombo, si arriva allo studio di Sandro Soravia, dove lo stesso artista racconta la nascita del progetto della Mongolfiera degli Ideali, vista poco prima in tutta la sua grandezza. All’interno dello Studio Soravia i partecipanti hanno l’occasione di chiacchierare a lungo con il maestro ceramista, che racconta della sua produzione ma anche delle sue esperienze, affascinando i presenti.

“Nel Settecento in questa bottega si faceva già ceramica ma quello che mi ha colpita entrando è la scritta “Le favole di Soravia” e Soravia ci ha deliziati con una favola!”

Il viaggio si conclude nella piazzetta del Pilar, famosa per la Fontana con i pesci rossi di Mario Anselmo. Una fontana che oggi non c’è più e che vive nei ricordi di chi l’ha potuta ammirare. Ultima tappa del viaggio è il Pottery Coffee Corner, un nuovissimo spazio espositivo che coniuga la passione per la ceramica a quella per il buon cibo e che è nato proprio grazie a Museo Senior. 

“Questo viaggio, freddo e ventoso, attraverso le vie gelate della città è stato all’insegna del favoloso che crea l’arte”.

 
>> Guarda tutte le foto di queta visita Intorno – 27 gennaio 2019

Intorno è parte di Storie in Ceramica, un’iniziativa composta da una mostra diffusa e partecipata e da un ciclo di incontri e passeggiate per riscoprire la tradizione ceramica con nuovi sguardi e nuove voci.

I prossimi appuntamenti saranno il 17 febbraio e il 3 marzo.

Info e prenotazioni info@museosenior.it – 333 1700316